Non buttare i fondi di caffè! Puoi usarlo per queste 7 faccende domestiche

Trattare gli occhi gonfi o pulire pentole e padelle: i fondi di caffè fanno miracoli

È come un piccolo rituale. Facciamo una tazza di caffè, sorseggiamo i nostri caffè e buttiamo via la tazzina o il filtro del caffè. Ma la prossima volta dovremmo saltare l’ultimo passo. I fondi di caffè sono utili, a quanto pare, per molte faccende domestiche.

Strani odori

Purtroppo, è comunque meglio lavarsi i denti che bere una tazza di caffè se si vuole un alito fresco. Tuttavia, il caffè può neutralizzare certi odori sgradevoli, anche in bocca. Per esempio, puoi succhiare un chicco di caffè per eliminare il forte odore di aglio e cipolla. Il tuo frigorifero a volte ha un odore sgradevole e divertente? È facile da risolvere mettendoci dentro un contenitore con dei fondi di caffè.

Trattare gli occhi gonfi

Non importa quante tazze di caffè si bevano al mattino, a volte si ha ancora l’aria un po’ assonnata. Ci sono molti trucchi per eliminare le occhiaie sotto gli occhi. Usare i fondi di caffè è uno di questi. Mescola alcuni fondi di caffè con acqua o olio d’oliva, poi applica con cura la miscela intorno agli occhi. La caffeina migliora la circolazione sanguigna, facendoti sembrare più sveglio. Tieni la maschera per circa quindici minuti e poi sciacquala. Questo ti farà sembrare di aver riposo bene.

Respingere gli insetti

Difficile immaginare che a qualcuno possa non piacere il caffè, ma le formiche e le pulci, a quanto pare, non sono un fan della bevanda. In ogni caso, questo ci è di grande aiuto. Si possono respingere gli insetti usando dei fondi di caffè. Per fare questo, metti una tazza di fondi di caffè in luoghi dove gli insetti possono facilmente entrare, vicino a finestre o porte. In estate, i fondi di caffè sono anche una soluzione miracolosa contro le zanzare. Usalo come una specie di candela accendendo una tazza di fondi di caffè (stai attento, non vuoi dare fuoco a nient’altro!)

Curioso di sapere cos’altro si può fare con i fondi di caffè? Continua a leggere alla pagina successiva.

Pagina 1/2