Le storie più pazze su un folle genio: ‘Steve Jobs aveva un odore terribile’.

Non si è mai lavato

Il fatto che passiamo metà del nostro tempo sui nostri smartphone non è colpa nostra, ma di Steve Jobs (1995-2011). Poche persone hanno avuto un impatto così forte sul nostro stile di vita come il magnate della Apple.

Allergico al sapone

Alla Atari, l’azienda di computer per videogiochi dove è iniziata la sua carriera professionale, erano più che contenti del lavoro di Steve, perché era molto intelligente e pieno di idee. Tuttavia, non volevano che andasse a lavorare. Non durante il giorno, almeno. Il motivo: Steve Jobs puzzava. E non solo un po’ come la maggior parte di noi di tanto in tanto. Steve Jobs puzzava terribilmente dall’alba al tramonto. La causa era semplice: non si lavava mai. E i suoi colleghi dell’Atari ne soffrivano. Jobs saltava la doccia e si faceva il bagno perché era un hippy. E l’igiene personale era in fondo alla lista degli hippy.

L’uomo che sarebbe diventato un gigante della tecnologia era anche noto per essere estremamente pigro. Nelle rare occasioni in cui si alzava dal letto o si alzava dalla sedia, era persino troppo pigro per mettersi le scarpe. Questo significava che i suoi piedi erano così disgustosi che anche i suoi amici hippy, abituati a un po’ di cattiveria, non osavano nemmeno guardarli. L’uomo che ha fatto della Apple la compagnia più influente del mondo lo trovava divertente. Non gliene fregava un cazzo. A peggiorare le cose, non era raro vederlo mettere i piedi sporchi sul tavolo in pubblico.

Curioso di più? Leggilo nella pagina successiva.

Pagina 1/2